• 微商卖假名牌被罚却拒不履行 法院裁定:准予强制执行 2018-03-28
  • 通讯:春节出境游热潮涌向摩洛哥 2018-03-28
  • 警惕!女人不要揭男人的这些疮疤 2018-03-28
  • 中国商飞民用飞机试飞中心指挥员第一期培训班在我校顺利举办 2018-03-28
  • 魏凤和会见泰国军队最高司令 2018-03-28
  • 捷克主帅:对阵乌拉圭会是一次很好的考验 2018-03-28
  • 唐山组织收听收看省推进冬奥和残奥筹办动员部署大会_时政要闻_唐山环渤海新闻网 2018-03-28
  • 新华网独家专访新加坡总理李显龙 2018-03-28
  • 《轩辕皇帝 全集65回》评书 全集,播音:刘兰芳,轩辕皇帝 全集65回全集 2018-03-28
  • 婺源篁岭景区采取限流措施 建议游客避开旅游高峰 2018-03-28
  • 漳州新版公交卡九龙卡正式开始发放 首日办理破百 2018-03-28
  • 武侠小说频道,精彩武侠小说尽在精彩小说网,提供武侠小说阅读,下载 2018-03-28
  • 修罗日志最新章节,修罗日志小说下载 2018-03-28
  • 我国储气库建设驶入快车道 川渝地区将新建8座储气库 2018-03-28
  • 一号响应 一窗搞定 一网通办 2018-03-28
  • 意语阅读:《木偶奇遇记》4

    时间:2011-03-28来源:互联网  进入意大利语论坛
    核心提示:4. La storia di Pinocchio col Grillo-parlante, dove si vede come i ragazzi cattivi hanno a noia di sentirsi correggere da chi ne sa pi di loro. Il Grillo-parlante Vi dir dunque, ragazzi, che mentre il povero Geppetto era condotto senza sua
    (单词翻译:双击或拖选)

    腾讯分分彩人工计划 www.woaijipen.com 4. La storia di Pinocchio col Grillo-parlante, dove si vede come i ragazzi cattivi hanno a noia di sentirsi correggere da chi ne sa più di loro.

    Il Grillo-parlante

    Vi dirò dunque, ragazzi, che mentre il povero Geppetto era condotto senza sua colpa in prigione, quel monello di Pinocchio, rimasto libero dalle grinfie del carabiniere, se la dava a gambe già attraverso ai campi, per far più presto a tornarsene a casa; e nella gran furia del correre saltava greppi altissimi, siepi di pruni e fossi pieni d'acqua, tale e quale come avrebbe potuto fare un capretto o un leprottino inseguito dai cacciatori.

     

    Giunto dinanzi a casa, trovò l'uscio di strada socchiuso. Lo spinse, entrò dentro, e appena ebbe messo tanto di paletto, si gettò a sedere per terra, lasciando andare un gran sospirone di contentezza.

    Ma quella contentezza durò poco, perché sentì nella stanza qualcuno che fece:

    "Crì-crì-crì!"

    "Chi è che mi chiama?" disse Pinocchio tutto impaurito.

    "Sono io!"

    Pinocchio si voltò e vide un grosso Grillo che saliva lentamente su su per il muro.

    "Dimmi, Grillo: e tu chi sei?"

    "Io sono il Grillo-parlante, ed abito in questa stanza da più di cent'anni."

    "Oggi però questa stanza è mia, disse il burattino, e se vuoi farmi un vero piacere, vattene subito, senza nemmeno voltarti indietro."

    "Io non me ne anderò di qui, rispose il Grillo, se prima non ti avrò detto una gran verità."

    "Dimmela e spìcciati."

    "Guai a quei ragazzi che si ribellano ai loro genitori e che abbandonano capricciosamente la casa paterna! Non avranno mai bene in questo mondo; e prima o poi dovranno pentirsene amaramente."

    "Canta pure, Grillo mio, come ti pare e piace: ma io so che domani, all'alba, voglio andarmene di qui, perché se rimango qui, avverrà a me quel che avviene a tutti gli altri ragazzi, vale a dire mi manderanno a scuola e per amore o per forza mi toccherà studiare; e io, a dirtela in confidenza, di studiare non ne ho punto voglia e mi diverto più a correre dietro alle farfalle e a salire su per gli alberi a prendere gli uccellini di nido."

    "Povero grullerello! Ma non sai che, facendo così, diventerai da grande un bellissimo somaro e che tutti si piglieranno gioco di te?"

    "Chétati, Grillaccio del mal'augurio!" gridò Pinocchio.

    Ma il Grillo, che era paziente e filosofo, invece di aversi a male di questa impertinenza, continuò con lo stesso tono di voce:

    "E se non ti garba di andare a scuola, perché non impari almeno un mestiere, tanto da guadagnarti onestamente un pezzo di pane?"

    "Vuoi che te lo dica?" replicò Pinocchio, che cominciava a perdere la pazienza. "Fra tutti i mestieri del mondo non ce n'è che uno solo, che veramente mi vada a genio."

    "E questo mestiere sarebbe?..."

    "Quello di mangiare, bere, dormire, divertirmi e fare dalla mattina alla sera la vita del vagabondo."

    "Per tua regola, disse il Grillo-parlante con la sua solita calma, tutti quelli che fanno codesto mestiere finiscono sempre allo spedale o in prigione."

    "Bada, Grillaccio del mal'augurio!... se mi monta la bizza, guai a te!"

    "Povero Pinocchio! Mi fai proprio compassione!..."

    "Perché ti faccio compassione?"

    "Perché sei un burattino e, quel che è peggio, perché hai la testa di legno."

    A queste ultime parole, Pinocchio saltò su tutt'infuriato e preso sul banco un martello di legno lo scagliò contro il Grillo-parlante.

    Forse non credeva nemmeno di colpirlo: ma disgraziatamente lo colse per l'appunto nel capo, tanto che il povero Grillo ebbe appena il fiato di fare crì-crì-crì, e poi rimase lì stecchito e appiccicato alla parete
     

    顶一下
    ()
    0%
    踩一下
    ()
    0%

    热门TAG: 意语阅读 木偶奇遇记


    ------分隔线----------------------------
    [查看全部]  相关评论
    论坛新贴
    ?